Home > Rassegna Stampa > Inaugurato il 19 maggio il Parco di Grottaperfetta

Inaugurato il 19 maggio il Parco di Grottaperfetta

Il Progetto dell’arch. Andrea Giunti è risultato vincitore del concorso Punti verdi di qualità

SABATO 19 MAGGIO PER LA FESTA DI PRIMAVERA E’ STATO INAUGURATO PARCO GROTTAPERFETTA OPERA DELL’ARCHITETTO ANDREA GIUNTI

E’ stato inaugurato sabato 19 maggio sulla base di un progetto dall’architetto Andrea Giunti, il Parco pubblico Grottaperfetta, sito a Roma tra la via Calderon de la Barca e vicolo dell’Annunziatella.
Il Progetto è risultato nel 1996 vincitore del concorso per la realizzazione e gestione a parco pubblico attrezzato di aree verdi abbandonate di proprietà pubblica “Punti verdi di qualità”, bandito dal Comune di Roma con delibera C.C. 165/95. L’idea guida dell’intervento è la costruzione di un complesso per il tempo libero con indirizzo ludico-sportivo all’interno di un ampio parco verde. Le architetture immerse nel verde rispecchiano lo stile razionalista del progettista e si inseriscono senza magniloquenza  nell’area di raccordo tra il Parco dell’Appia Antica ed il futuro Parco di Tor Marancia, posto a garanzia funzionale della una” cerniera naturalistica” tra i due versanti edificati del quartieri di edilizia sociale  “Roma 70, “Rinnovamento”, “Il Sogno” realizzati tra gli anni ’70 e ‘80.
Per la progettazione delle aree verdi è stato previsto un filologico salvataggio di tutte le piante preesistenti, la piantumazione di un numero consistente ma controllato di piante autoctone tipiche dell’agro romano sud, il recupero a livello di tracciato della memoria del fosso di Tor Marancia e una restituzione di fruibilità attiva  della natura attraverso attività sportive, sociali e culturali. Il sistema delle attrezzature è progettato con criteri volti al contenimento dei consumi e di sostenibilità ecologica nel rispetto dei sistemi idro-morfologico-vegetazionali dell’area.

Il parco è inserito in un lotto di forma cruciforme di circa 77000 mq attraversato trasversalmente nella parte centrale da via Calderon de la Barca, asse di separarazione della zona A – bonificata e attrezzata a parco pubblico, comprensiva di una pista ciclabile, di un percorso della memoria che ricalca il sito del fosso di Tor Carbone, di un’area per i cani - dalla zona B servizi che ospita: un asilo nido, una piscina con copertura amovibile, una palestra con zona wellness oltre a negozi di quartiere a livello stradale.



Tipo file jpg planimetria alta risoluzione Tipo file: jpg ( 2301 kb)

Tipo file doc Comunicato stampa Tipo file: doc ( 230 kb)




CONTATTI - INFORMAZIONI LEGALI - CREDITS